MORTI SU UN CONFINE

I confini sono linee poste dall’uomo su di una carta geografica e valgono quanto vale il desiderio di oltrepassarli. Ha fatto scalpore l’immagine di padre e figlia annegati, riversi nelle acque di un rio di confine tra gli USA ed il Messico.

Dobbiamo dire qualcosa… la mente non conosce i confini e forse non è in grado di tollerarne l’esistenza, di comprenderne il senso, dal momento che per natura è portata a scavalcarli. Per questo talvolta si iniziano viaggi per sconfiggere il confine della propria vita anche quando sono viaggi impossibili.

Ma le vittime di ogni confine sono uccise dal desiderio umano di mantenere un limite posto da qualcun altro. In questo modo si ripete da sempre la storia delle linee tracciate sulla cartina.